Angelo Bonanni cade dalla scala, muore infilzato dall’inferriata a Coppito (Aq)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Novembre 2013 19:50 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2013 19:52
Angelo Bonnanni cade dalla scala, muore infilzato dall'inferriata

Angelo Bonnanni cade dalla scala, muore infilzato dall’inferriata

L’AQUILA – Caduto dalla scala e infilzato dalla recinzione. E’ morto così, nel pomeriggio di giovedì 7 novembre, Angelo Bonanni, dirigente pubblico e commercialista di 55 anni dell’Aquila.

L’incidente è avvenuto a Coppito. L’uomo stava tagliando una siepe dopo essere salito su una scala, da quella posizione e’ poi scivolato accidentalmente rimanendo infilzato dall’inferriata. Ai medici del 118, intervenuti sul posto, è apparsa una scena straziante: Bonanni era stato trapassato da una parte all’altra del corpo dalle lance in metallo della recinzione.

Durante le prime fasi di soccorso e fino all’arrivo in pronto soccorso all’ospedale dell’Aquila, l’uomo era ancora cosciente ma il quadro clinico già compromesso, non ha dato la possibilità ai medici di trasferirlo all’ospedale di Teramo per le cure più appropriate.

Per anni Bonanni è stato direttore dell’Ente d’Ambito, segretario abruzzese dell’Associazione delle banche italiane (Abi), commissario del Consorzio industriale, direttore dell’ex Onpi. Bonanni ha avuto anche dei trascorsi in politica alle elezioni regionali del 2005 con l’Udeur e alle amministrative del 2011 si era presentato come sindaco di Fossa (L’Aquila). Attualmente era consigliere di minoranza nello stesso Comune