Angelo Polverino, arrestato il consigliere regionale Pdl per appalti truccati nell’ospedale di Caserta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Novembre 2013 11:02 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2013 11:28
Angelo Polverino

Angelo Polverino

CASERTA – Angelo Polverino, consigliere regionale del Pdl , è stato arrestato stamattina (7 novembre) nell’ambito di una inchiesta della Dda di Napoli sull’appalto per le pulizie nell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. Nell’inchiesta sarebbero coinvolti medici e funzionari della Asl.

Gli appalti dell’ospedale di Caserta ammonterebbero – riporta l’Ansa – a decine di milioni di euro e le ditte coinvolte sarebbero vicine al clan dei Casalesi ed a quello dei Belforte.

Polverino ha accusato un malore al momento dell’arresto ed è stato accompagnato in ospedale. E’ piantonato dai carabinieri che, hanno eseguito i provvedimenti emessi dal gip del tribunale di Napoli Isabella Iaselli. Il consigliere, che ha accusato un malore al petto, sarà sottoposto a tutti gli esami del caso.

La Gazzetta del Mezzogiorno poi riferisce di un’altra inchiesta:

L’ALTRA INCHIESTA – A gennaio Polverino fu coinvolto in un’altra inchiesta – insieme al consigliere regionale del Pd, Nicola Caputo, – che riguardava i rimborsi spese gonfiati in Regione Campania. In quell’occasione emersero fatture di una ditta di cartellonistica il cui titolare in passato fu arrestato per false fatturazioni e una certificazione contabile di una pensionata di 75 anni che agli investigatori raccontò di aver rivisto alcuni discorsi scritti dal consigliere casertano.