Cronaca Italia

Angelo Zuppante, vigile romano, condannato. Accusa: “Molestò una collega”

Angelo-Zuppante-vigile

Angelo Zuppante, vigile romano, condannato. Accusa: “Molestò una collega”

ROMA – E’ stato condannato a tre anni e sei mesi di carcere Angelo Zuppante, vigile romano accusato di violenza sessuale e stalking nei confronti di una collega.

Due gli episodi contestati all’uomo, agente della polizia municipale in servizio nel gruppo del Centro storico che, secondo l’accusa, perseguitava e molestava la collega anche all’interno dell’ufficio. Un incubo quotidiano che ha spinto la donna a sporgere denuncia nei confronti del collega, 56 anni.

La vittima, in particolare, ha raccontato agli inquirenti di essere stata oggetto anche di molestie sessuali in diverse circostanze, approfittando dell’assenza di potenziali testimoni, il collega aveva tenuto nei suoi confronti un comportamento persecutorio e minaccioso.

Oggi la sentenza: giudici della I sezione penale del Tribunale di Roma hanno condannato Zuppante, già in precedenza sollevato dal suo incarico, a tre anni e sei mesi. Nel procedimento si è costituito parte civile il Comune di Roma.

 

To Top