Angri. Preparava botti Capodanno, muore nell’esplosione: fratello tenta suicidio

Pubblicato il 15 Dicembre 2012 17:16 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2012 17:19

SALERNO – Un’esplosione mentre preparava i botti di Capodanno ha ucciso Roberto Longobardi ad Angri, in provincia di Salerno. Il fratello dell’uomo, dopo aver visto il corpo senza vita di Longobardi, ha tentato il suicidio ed è stato salvato dai vicini di casa. Longobardi, 31 anni, sposato e padre di un bimbo di appena 1 mese, è la prima vittima dei botti di Capodanno.

Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, l’uomo stava preparando dei fuochi di artificio. L‘esplosione ha causato la distruzione di un’ala della casa rurale e sul luogo sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri di Nocera Inferiore. Le indagini in corso intendono accertare se l’uomo detenesse in casa altri botti che avrebbero facilitato l’esplosione.

Il fratello, alla vista dei resti dell’esplosione, ha tentato di impiccarsi ed è stato salvato dai vicini, che lo hanno liberato dalla corda  che aveva al collo. L’uomo è ricoverato in prognosi riservata nell’ospedale di Nocera Inferiore.