Aniello Mormile contromano su tangenziale a Napoli: accusato di omicidio volontario

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 luglio 2015 10:03 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2015 10:03
Aniello Mormile contromano su tangenziale a Napoli: accusato di omicidio volontario

Aniello Mormile

NAPOLI – Si terrà alle 12, nell’ospedale San Paolo di Napoli, dove è ricoverato ed è tenuto sotto stretta sorveglianza, l’interrogatorio di garanzia di Aniello Mormile, conosciuto come dj Nello K, 29 anni, il giovane che all’alba di sabato, percorrendo 5 chilometri contromano sulla tangenziale della città in stato di ebbrezza, ha provocato la morte di due persone in un pauroso incidente avvenuto all’altezza dell’uscita Fuorigrotta.

Si aggrava, intanto, l’ipotesi di accusa che gli inquirenti contestano al pirata della strada: da duplice omicidio colposo con l’aggravante della guida in stato di ebbrezza a omicidio volontario. Il gip del Tribunale di Napoli sarà accompagnato dal sostituto procuratore della Repubblica Emilio Risco e dal vicequestore della polizia stradale Eugenia Sepe, che sta coordinando le indagini sull’ incidente stradale.