Anna Fasol scomparsa, ritrovata a Roma in un centro di accoglienza della Croce Rossa

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 agosto 2018 12:58 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2018 12:58
Anna Fasol scomparsa, ritrovata a Roma in un centro di accoglienza della Croce Rossa

Anna Fasol scomparsa, ritrovata a Roma in un centro di accoglienza della Croce Rossa (Foto da Facebook)

CITTADELLA – E’ stata ritrovata Anna Fasol, l’impiegata di 59 anni scomparsa il 30 luglio scorso da Cittadella (Padova). [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] La donna quel giorno era uscita di casa in auto per andare ad un appuntamento con il suo datore di lavoro per affrontare una questione finanziaria, ma a quell’appuntamento non è mai arrivata.

Il giorno stesso il marito era andato a denunciarne la scomparsa, e visto che nemmeno la figlia che vive negli Stati Uniti e con la quale la donna ha un rapporto molto stretto non aveva più avuto notizie della madre sono scattate le ricerche, che hanno coinvolto carabinieri, vigili del fuoco e protezione civile.

I militari di Cittadella hanno anche controllato le telecamere della stazione ferroviaria e vagliato la segnalazione di due persone che avevano affermato di aver riconosciuto la donna grazie alla diffusione delle sue immagini sui social network, da parte della figlia, e dei media. Entrambe le segnalazioni erano arrivate da Roma nei giorni successivi all’allontanamento.

Nel primo caso Fasol era stata avvistata vicino all’aeroporto di Ciampino, nel secondo caso vicino alla facoltà di ingegneria dell’università di Roma. E alla fine la donna è stata ritrovata proprio a Roma, in un centro di accoglienza della Croce Rossa Italiana.

Ai carabinieri ha subito chiarito di essersi allontanata da casa volontariamente e senza alcuna costrizione allo scopo di ritagliarsi alcuni giorni di riflessione per capire come meglio affrontare alcuni problemi di carattere prettamente privato.