Annuncia attentato a Matteo Renzi, denunciato disoccupato di Reggio Emilia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2014 10:23 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2014 10:23
Matteo Renzi esce da Palazzo Chigi (foto Lapresse)

Matteo Renzi esce da Palazzo Chigi (foto Lapresse)

REGGIO EMILIA – Un disoccupato 60enne (di cui si conoscono solo le iniziali: T. S.) è stato denunciato dopo aver annunciato un attentato contro Matteo Renzi. Aveva telefonato al113 verso le 17 di ieri, domenica 18 maggio, poco prima di un comizio di Renzi in piazza Prampolini a Reggio Emilia.

“Stasera ci sarà un attentato a Renzi” aveva minacciato via telefono il disoccupato. Ma in poche ore la Digos ha individuato subito la cabina di via Nobili, in centro città, da dove era partita la telefonata. Poi con le telecamere di video-sorveglianza ha trovato l’uomo prima dell’inizio del comizio serale del premier.

“Verso le 17 di ieri pomeriggio – informa una nota della Questura della città emiliana – una telefonata giunta alla centrale operativa della Questura da parte di un anonimo interlocutore veniva preannunciato un attentato al Presidente del Consiglio: “Stasera ci sarà un attentato a Renzi”, proferiva l’uomo, all’apparenza di mezza età, sicuramente italiano e con una leggera inflessione dialettale meridionale”.

L’uomo, residente a Reggio Emilia, ha ammesso di essere l’autore del gesto ma non ne ha spiegato i motivi. A suo carico ci sono precedenti di polizia per procurato allarme, minaccia e atti persecutori. Gli agenti lo hanno rintracciato nella sua abitazione, che è stata perquisita con l’ausilio delle unità cinofile. L’autore del gesto è stato denunciato per procurato allarme.