Anonymous, blitz contro hacker italiani: arresti e perquisizioni in tutta Italia

Pubblicato il 17 maggio 2013 8:13 | Ultimo aggiornamento: 17 maggio 2013 8:48

Anonymous, blitz contro hacker italiani: arresti e perquisizioni in tutta ItaliaROMA – Maxi operazione contro gli hacker italiani. E’ stata infatti smantellata dalla Polizia Postale una presunta organizzazione a delinquere composta da hacker che celandosi dietro il nome di “Anonymous” ed approfittando della notorietà del movimento, era dedita alla commissione di attacchi nei confronti dei sistemi informatici di infrastrutture critiche, siti istituzionali ed importanti aziende.

Gli hacker arrestati sarebbero responsabili anche degli attacchi ai siti del governo, del Vaticano e del Parlamento. In particolare, sono quattro i provvedimenti di arresto ai domiciliari, mentre sono una decina le perquisizioni eseguite.

Secondo le indagini, i quattro arrestati facevano parte del movimento di Anonymous anche se ne sfruttavano il logo per interessi personali.

Arresti e perquisizioni in tutta Italia. Le indagini dell’operazione denominata “Tango down” effettuata dal Cnaipic (Il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche) della Polizia Postale, sono coordinate dalla Procura di Roma.

5 x 1000