Antifurto fatale/ Ladro ucciso da trappola anti-ladro in masseria vicino a Palermo

Pubblicato il 26 Marzo 2009 9:58 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2009 9:58

Un ladro di bestiame è stato ucciso a Palermo da una trappola progettata dal padrone di un ovile esasperato dai ripetuti furti. Il marchingegno prevedeva un filo collegato ad un fucile calibro 12 pronto a scattare in caso di intromissioni indesiderate.

È arrivato il morto. Luigi D’Aniello, 31 anni, è stato ucciso all’ingresso della masseria, colpito al torace da un proiettile partito dall’arma. D’Aniello, morto sul colpo, aveva due complici, arrestati poi dalla Polizia, che stavano cercando di introdursi dal retro ed hanno evitato la trappola.

Il proprietario dell’ovile, un agricoltore di 72 anni, è in stato di fermo ed è accusato di ” omicidio volontario aggravato e detenzione illegale di arma”.