Antonella Bazzanella uccisa 27 anni fa a Karlsruhe: omicida si costituisce

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Aprile 2015 13:47 | Ultimo aggiornamento: 1 Aprile 2015 13:47
Antonella Bazzanella uccisa 27 anni fa: assassino confessa

Antonella Bazzanella uccisa 27 anni fa: assassino si costituisce

TRENTO – Antonella Bazzanella è stata uccisa il 21 giugno 1987 nei boschi di Karlsruhe, in Germania. Antonella aveva solo 25 anni e oggi un uomo di 47 anni, all’epoca suo coetaneo, ha confessato l’omicidio della donna. L’uomo ha detto di aver legato e strangolato la giovane Antonella 27 anni fa nei pressi di un bosco dove era in corso un concerto di Tina Turner.

Il quotidiano Alto Adige scrive che l’uomo si è costituito alla polizia di Basilea:

“La notizia, arrivata alla questura di Trento, è stata diffusa dal quotidiano Spiegel online. Alcuni testimoni oculari avevano notato un giovane aggirarsi nel parco e fu anche fatto un identikit dell’assassino. Le indagini della polizia, però, non approdarono a nessun risultato. Pochi giorni dopo il delitto l’assassino sarebbe riparato in Svizzera. Antonella Bazzanella era emigrata in Germania dove viveva e lavorava come cameriera a Durlach.

L’assassino ha confessato per «liberarsi da un peso insopportabile che gli gravava sulla coscienza». L’uomo, con alle spalle una difficile situazione familiare e una vita di lavori saltuari, ha confessato agli inquirenti di avere notato la giovane attraversare il bosco in bicicletta e di averla aggredita e quindi strangolata. Poi l’ha legata e trascinata nei cespugli. Dalle indagini non sarebbe risultata alcuna violenza sessuale”.

A trovare il corpo di Antonella 27 anni fa sono stati alcuni passanti, l’uomo invece scappò in Svizzera dove ha passato tutti questi anni. Gli investigatori dopo la confessione hanno disposto l’esame del Dna per confermare la sua eventuale colpevolezza.