Antonio Alfò, è dell’artista il cadavere rinvenuto in una cantina in via Ripamonti a Milano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 aprile 2019 10:33 | Ultimo aggiornamento: 9 aprile 2019 10:43
Antonio Alfò, è dell'artista il cadavere rinvenuto in una cantina in via Ripamonti a Milano (foto Ansa)

Antonio Alfò, è dell’artista il cadavere rinvenuto in una cantina in via Ripamonti a Milano (foto Ansa)

ROMA – È stato identificato il cadavere rinvenuto ieri mattina, lunedì 8 aprile, da un idraulico nella cantina di un condominio al civico 240 di via Ripamonti a Milano. Si tratta dell’artista Antonio Alfò, 63 anni.

Sarà l’autopsia ad accertare le cause del decesso. Antonio Alfò, secondo le prime informazioni, era affetto da alcune patologie cardiache.

Antonio Alfò, trovato morto in via Ripamonti a Milano: l’artista che dava tutto in beneficenza „ “L’artista Antonio Alfo – si legge sul sito sito antonioalfo.eu – diede la sua prima mostra personale al Circolo del Giardino di Siracusa nel 1974 ed entrò nel circuito artistico ufficiale nel 1978 con una mostra personale alla Galleria Sever, nel quartiere degli artisti Brera di Milano, Italia. Nel 1985 Antonio Alfo uscì dal circuito commerciale ufficiale per riservare tutta la sua produzione al finanziamento dei progetti delle associazioni onlus contro la povertà, per l’istruzione e per la difesa dei diritti umani e civili più accreditate a livello globale”.