Stupri, da Ancona a Bari è un bollettino quotidiano

Pubblicato il 23 Febbraio 2009 13:55 | Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio 2009 1:52

Stupri:  stranieri o  italiani che siano i colpevoli o le vittime, la frequenza dei reati assume la consistenza di un bollettino quotidiano.

A Senigallia, in provincia di Ancona, una studentessa di 17 anni è stata violentata da un ragazzo della sua stessa età mentre gli amici assistevano senza intervenire. È successo nella notte fra sabato e domenica. La ragazza e il suo gruppo di amici, tutti coetanei, hanno passato la serata – bevendo molto – in una discoteca di Marotta (Pesaro Urbino). Alle 3.30 sono usciti dal locale e in un posto all’aperto poco lontano si è poi arrivati alla violenza sessuale.

A Bari un cittadino di Mauritius di 55 anni, Chinni Thippadu Vele, è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di aver violentato una ragazzina di 11 anni. Gli abusi sono stati compiuti l’estate scorsa nell’abitazione della famiglia della vittima dove il mauriziano lavorava come domestico. Dagli accertamenti compiuti è emerso che sarebbero avvenuti anche quando la mamma della bambina era in casa,  impegnata in altre stanze. Dopo la denuncia dei genitori, sono scattate le indagini che hanno portato all’arresto dell’uomo.

A Brescia, qualche giorno fa tre 22enni sono stati arrestati per violenza sessuale su una loro amica minorenne. Il fatto è avvenuto durante una vacanza in una casa ai Lidi Ferraresi il 24 e 25 aprile scorsi. La ragazza ha raccontato di essere stata violentata dai tre mentre il suo fidanzato, che non si è accorto di nulla, era in un’altra stanza. La cosa si è ripetuta il giorno dopo con due dei tre arrestati mentre erano assenti il fidanzato e l’altro 22enne incriminato. La minorenne, traumatizzata, ha denunciato il fatto – e lo ha rivelato all’inconsapevole partner – solo a luglio.

La realtà poi ha superato ogni  immaginazione nel caso della 83enne non vedente violentata nella notte fra il 14 e il 15 febbraio da un muratore rumeno di 26 anni ad Albuzzano, nel Pavese. L’uomo si è introdotto nella casa dell’anziana e poi l’ha picchiata e stuprata, lasciandola in gravi condizioni e in stato di choc. La donna è morta oggi dopo otto giorni di sofferenze in ospedale.

Asa