Antonio Intellicato, gay Tonino, si uccide a Cerignola: famiglia non lo accettava

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 luglio 2015 20:08 | Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2015 20:08
Antonio Intellicato, gay Tonino, si uccide a Cerignola: famiglia non lo accettava

Antonio Intellicato, gay Tonino, si uccide a Cerignola: famiglia non lo accettava (foto di repertorio)

CERIGNOLA – Antonio Intellicato, un 40enne di Cerignola, gay, conosciuto in città come “Tonino”, si è ucciso ingerendo un cocktail di farmaci perché (scrive l’Ansa) la sua famiglia non accettava la sua scelta di vita e perché nel suo paese (in provincia di Foggia) era stato spesso vittima di bullismo. Della sua vicenda hanno parlato sia l’Ansa sia il Corriere del Mezzogiorno.

Quattro anni fa, scrive l’Ansa, l’uomo fu accoltellato dal fratello minore, che non riusciva ad accettare la sua omosessualità. In quella occasione il fratello raccontò che l’omosessualità di Tonino rendeva la vita difficile a tutta la famiglia e per questo lo aveva aggredito. Tonino era stato più volte vittima di bullismo anche per strada. Il 40enne aveva già tentato di togliersi la vita altre volte. Inutili questa volta i tentativi dei soccorritori del 118, intervenuti sul posto, di rianimarlo.