Antonio Montella, latitante, preso grazie ad un video su YouTube

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 febbraio 2015 13:45 | Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2015 13:45
Antonio Montella, latitante, preso grazie ad un video su YouTube

Antonio Montella, latitante, preso grazie ad un video su YouTube

NAPOLI – E’ stato tradito da un video pubblicato su YouTube Antonio Montella, latitante napoletano di 42 anni, catturato nella tarda serata di sabato a Villaricca (Napoli) dai carabinieri.

Montella era latitante dal marzo scorso con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga. A mettere i militari sulle sue tracce è stato un video amatoriale pubblicato su YouTube durante il periodo di latitanza, nel quale il ricercato viene ripreso tra i protagonisti di una manifestazione religiosa.

Proprio grazie a quelle immagini, scoperte dai carabinieri della sezione catturandi, le indagini si sono concentrate negli ambienti frequentati da Montella dove poi si è effettivamente concretizzata la localizzazione e la cattura del fuggitivo.

Montella era latitante dal marzo 2014, e il video è stato postato su YouTube a giugno. Le immagini sono relative ad una cerimonia di battesimo all’aperto, di rito evangelico, sul litorale di Pinetamare, ai confini tra le province di Napoli e Caserta.

A pubblicarle è stato il pastore di una comunità evangelica della zona, frequentata da Montella. Tra coloro che, accanto al pastore, guidano la preghiera è ben visibile il latitante, unico uomo con la barba. Nell’inchiesta non ci sono indagati per favoreggiamento: i carabinieri ritengono che né il pastore né altri componenti della comunità fossero a conoscenza della latitanza del loro ‘confratello’.