Anziana sviene al supermercato: “Non ho soldi per mangiare”. Ma i vicini…

di Redazione blitz
Pubblicato il 1 marzo 2018 19:23 | Ultimo aggiornamento: 1 marzo 2018 19:23
anziana sviene supermercato

Anziana sviene al supermercato: “Non ho soldi per mangiare”. Ma i vicini…

PADOVA – Si è accasciata tra gli scaffali del supermercato per la fame. È la triste storia di una anziana di 75 anni di Pontevigodarzere, in provincia di Padova, che ieri mattina è stata colta da un malore all’Aliper dell’Arcella.

Immediatamente è stata soccorsa da un medico che era fuori servizio, al quale ha raccontato il suo dramma: “Vivo da sola, ho una pensione minima e non ce la faccio ad arrivare a fine mese. Non ho più nemmeno il gas. Sono costretta a mangiare soltanto cibo freddo in scatola, sono sfinita”.

Il direttore del supermercato spiega: “Questo purtroppo non è un caso isolato. Abbiamo molti clienti anziani che vivono soli e che magari non arrivano alla fine del mese. Sono persone molto carine che hanno una loro dignità e qualcuno a volte non vede l’ora di poter raccontare il proprio stato d’animo. E’ palese la loro voglia di parlare: senti proprio che hanno bisogno di una parola di conforto oltre che di aiuto concreto. Noi naturalmente non entriamo nelle vite dei clienti, ma la solitudine si nota e me ne sono accorto anche in altre sedi dove ho lavorato – chiude il responsabile -. Sono soli e andrebbero aiutati. A volte vivono senza nessuno perché i figli magari hanno cambiato città o sono all’estero per poter lavorare”.

La notizia è stata pubblicata dal Gazzettino che riporta le dichiarazioni del medico che l’ha soccorsa: “La signora è caduta a terra ed era priva di conoscenza – spiega il dottore, che vive proprio all’Arcella ed è titolare di un ambulatorio a Mira in provincia di Venezia -. L’ho immediatamente soccorsa mentre il personale avvertiva il 118. Quando l’anziana si è ripresa ho cercato di farla parlare per mantenerla vigile. Mi ha raccontato che vive sola e che i soldi della pensione non le bastano. Il gas non ce l’ha più: forse le bollette, e in questi giorni si difende dal freddo imbottendosi con i vestiti. Ma non sono sufficienti in questo periodo e in ogni caso ad una certa età non va bene mangiare solo cibo freddo”.

Dopo l’intervento del medico, la donna è stata accompagnata dagli operatori dell’ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Padova. In giornata il Comune ha precisato che la signora è da tempo seguita dai Servizi sociali “ma per carattere è una che tende a rifiutare il nostro aiuto”. I vicini, secondo quanto scrive il Corriere del Veneto, dicono invece che la signora “è totalmente autosufficiente, ha i soldi per cucinare e riscaldarsi ma tiene la casa fredda perché vuole risparmiare”. E qualcuno che la conosce da tempo aggiunge sotto voce: “È un po’ tirchia”.