Anziana uccisa a Gavoi, Nuoro: confessa la figlia

Pubblicato il 23 Marzo 2010 17:56 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2010 19:13

È stata la figlia Marirosa Contu, di 55 anni, a uccidere Angela Podda, la donna di 80 anni, uccisa domenica pomeriggio a Gavoi (Nuoro). La donna ha confessato al dirigente della Squadra Mobile di Nuoro, Fabrizio Mustaro, di aver colpito la madre alla testa con una bottiglia di birra, durante una discussione sulla divisione dei beni del padre morto un mese fa.

Marirosa Contu era stata ricoverata domenica notte in ospedale in preda a una crisi nervosa dopo aver scoperto il corpo inanimato della madre che viveva nell’appartamento sotto il suo. La donna aveva dato una versione che non aveva convinto gli investigatori che si erano subito accorti che la scena era stata modificata.

L’intervento degli specialisti del Gabinetto regionale della Polizia Scientifica di Cagliari, con l’utilizzo delle luci forensi, ha permesso di individuare tutte le tracce di sangue che Contu aveva accuratamente cancellato, prima di trascinare il corpo della mamma vicino alla scala interna, per simulare un incidente domestico. Nell’appartamento della donna i poliziotti della Scientifica hanno trovato anche le scarpe che la donna usava al momento del delitto.