Anzio (Roma). Rubava delle merendine nell’ospedale, vigilante gli spara: è morto

Pubblicato il 25 agosto 2012 11:56 | Ultimo aggiornamento: 25 agosto 2012 14:19

Ospedali riuniti di Anzio e NettunoANZIO – Stava rubando delle merendine da un distributore automatico nell’ospedale di Anzio, in provincia di Roma. Ma entrando Massimiliano Andreoli, 49 anni, ha fatto scattare l’allarme. Una guardia giurata lo ha sorpreso ed inseguito, sparandogli poi un colpo di pistola che lo ha ucciso. Il vigilante ha dichiarato agli agenti che il colpo sarebbe partito “per sbaglio”. La polizia lo avrebbe arrestato e sta verificando il suo racconto.

La polizia ora ha aperto un’indagine su quanto accaduto alle 23 del 24 agosto negli ospedali riuniti di Anzio e Nettuno, città a 50 chilometri a sud di Roma. L’uomo sorpreso dal vigilante stava probabilmente forzando il distributore automatico del padiglione Faina dell’ospedale, dei distributori automatici e una volta scoperto si è dato alla fuga.

Un inseguimento che si è concluso con la sua morte. Il vigilante, durante la corsa, ha esploso per errore un colpo di pistola che l’ha colpito al torace. Inutili i soccorsi immediati del Pronto Soccorso, l’uomo è morto poco dopo. Gli agenti ed il pm stanno ora indagando per chiarire la dinamica dell’accaduto.