Appalti per lavori stradali: tre indagati a Torino

Pubblicato il 13 Aprile 2012 17:47 | Ultimo aggiornamento: 13 Aprile 2012 17:54

TORINO – Accordi sottobanco e favori nel quadro dell'assegnazione di importanti appalti per lavori stradali in Piemonte: di questo parla un'inchiesta della Guardia di Finanza di Torino sfociata oggi in tre misure interdittive adottate dal Gip, Alessandra Bassi, su richiesta della Procura della Repubblica. L'imprenditore Massimo Fantini, titolare della Cogefa, e' stato colpito dal divieto di esercitare attivita' professionali e imprenditoriali.

Al direttore tecnico di Scr, la societa' di committenza della Regione Piemonte, Mauro Fegatelli, e a Domenico Petruzzelli, attuale capo compartimento per la Calabria dell'Anas, e' stato applicata la sospensione dall'esercizio di un pubblico ufficio. Alla ditta Cogefa e' stata applicata la misura interdittiva del divieto di contrattare con la pubblica amministrazione.

Al centro dell'inchiesta due appalti, uno bandito dalla precedente gestione della Scr, e l'altro bandito dalla Provincia di Torino. Si procede, secondo quanto si e' appreso, per le ipotesi di reato, diverse da indagato a indagati, di turbativa d'asta, falso e corruzione.