AppIO autocertifica: accedi ai servizi della P.A. tramite cellulare. E senza dover dare la carta d’identità

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Giugno 2020 13:05 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2020 13:05
AppIo, autocertifcazioni P.A. tramite smartphone

AppIo, la app per accedere ai servizi digitali della P.A. (Ansa)

Si potrà accedere a tutti i servizi digitali della P.a. tramite SPID e CIE e anche tramite AppIO su cellulare.

E non servirà più esibire un documento di identità qualora si abbia già quella digitale. E’ una delle disposizioni contenute nel Dl semplificazioni.

AppIO nel dl Semplificazioni

Secondo la bozza del provvedimento, le misure comprendono l’obbligo per le amministrazioni di offrire i servizi anche in modalità digitale e su mobile.

Viene inoltre prevista la possibilità di un domicilio digitale ai professionisti, anche non iscritti ad albi.

Nonché la semplificazione e rafforzamento del domicilio digitale dei cittadini come modalità ordinaria di comunicazione con la PA.

Esibendo un’identità digitale, come ad esempio lo SPID, non bisognerà più esibire o trasmettere un documento di identità.

La verifica dell’identità digitale con SPID e carta identità elettronica (nel rispetto degli standard di sicurezza imposti dal diritto europeo) sostituirà insomma l’esibizione o la trasmissione di copia del documento di identità in tutti i casi in cui è richiesta.

Dl Semplificazioni: appalti, cantieri, banda ultralarga…

Prossima tappa: semplificare e sburocratizzare l’Italia.

Missione concentrata in una sessantina di articoli del decreto Semplificazioni che il governo potrebbe varare alla fine della prossima settimana.

Il Consiglio dei ministri ne discuterà il 3 luglio, preceduto da un vertice politico di maggioranza il 30 giugno.

E’ questo l’orizzonte più vicino per Giuseppe Conte che stringe i tempi sul provvedimento che potrebbe concedere una deroga temporanea al Codice degli appalti, fino a luglio 2021.

Oltre a semplificazioni sui cantieri e banda ultralarga