Aquileia, uccide la moglie a coltellate. Poi si lascia arrestare dai Carabinieri

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Settembre 2020 8:30 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2020 8:30
carabinieri, foto ansa

Aquileia, uccide la moglie a coltellate. Poi si lascia arrestare dai Carabinieri (foto Ansa)

Una donna di 66 anni è stata uccisa dal marito a coltellate. E’ accaduto ad Aquileia (Udine).  

Aquileia, uccide la moglie a coltellate. Poi si lascia arrestare dai Carabinieri.

Marinella Maurel, 66 anni, è morta in seguito alle ferite causategli dal marito, Livio Duca, che l’ha colpita con almeno una coltellata.

Aquileia si trova nella Bassa Friulana in provincia di Udine: la donna è stata trasportata in ospedale in gravissime condizioni ed è morta poco dopo.  

Aquileia, marito accoltella moglie al culmine di una lite 

Secondo quanto si è appreso, l’uomo avrebbe aggredito la moglie al culmine di una lite familiare, sembra avvenuta nel giardino della loro abitazione.

I vicini hanno udito le urla delle donna provenire dall’abitazione e hanno allertato i Carabinieri della Compagnia di Palmanova che sono giunti pochi minuti dopo insieme con i sanitari.

Questi ultimi avrebbero svolto una lunga manovra di rianimazione ma le condizioni sono apparse comunque disperate, tanto che la vittima è morta poche ore dopo il ricovero in ospedale.

L’uomo è stato fermato dai Carabinieri. Non ha opposto resistenza ed è accusato di omicidio.

Corfinio (L’Aquila), uccide la moglie a coltellate e tenta il suicidio

Lo scorso giugno, un uomo di 70 anni ha ucciso la moglie a coltellate e poi ha tentato di uccidersi con la stessa arma, senza però riuscirci.

La donna, Maria Pia Reale, 68 anni, era conosciuta e stimata da tutti a Corfinio (L’Aquila) dove per anni aveva fatto l’insegnante.

L’assassino era rientrato a casa sabato dopo un periodo di degenza nell’ospedale San Salvatore dell’Aquila.

In serata tra i due sarebbe scoppiata una lite, poi proseguita anche la mattina dopo.

Al termine l’uomo ha aggredito la moglie e l’ha uccisa.

Subito dopo ha tentato di suicidarsi conficcandosi il coltello nel petto.
 
L’uomo è stato soccorso e stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Sulmona.

Durante il lockdown l’uomo si era allontanato da casa per qualche tempo ed era stato poi ritrovato in stato confusionale, nei pressi dell’autostrada, chiuso nella propria auto (fonte: Ansa).