“Arcobaleno su Fb? Non potrai fare…”, Don Emiliano avverte parrocchiani di Poggiardo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Giugno 2015 19:55 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2015 15:22
"Se colori con arcobaleno foto su Fb non potrai fare...",  presa di posizione di Don Di Mitri

“Se colori con arcobaleno foto su Fb non potrai fare…”, presa di posizione di Don Di Mitri

LECCE – Chi colora con l’arcobaleno la propria foto del profilo su Facebook non potrà fare né il padrino né la madrina di battesimo o di cresima e neppure potrà fare da catechista ai bambini o avere responsabilità in parrocchia.

E’ la netta presa di posizione di un giovane sacerdote di un paesino del leccese, Poggiardo, stufo di vedere i propri parrocchiani giubilare dopo il via libera della Corte Suprema degli Stati Uniti alla legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso in tutti e cinquanta gli Stati dell’Unione. Il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, nelle ore immediatamente successive la notizia della sentenza ha fatto attivare una nuova funzione con la quale tutti gli utenti che lo volessero possono, con un semplice clic, inserire un arcobaleno di colori nella propria foto preferita per celebrare lo storico evento.

“Ora basta! – scrive sulla sua bacheca del popolare social network don Emiliano De Mitri – Tutti quei parrocchiani che coloreranno le foto arcobaleno a sostegno delle organizzazioni LGBT non sapendo nemmeno cosa sono e quali sono le teorie gender non avranno da me: certificato-battesimo per fare padrini e madrine. Non avranno incarichi come educatore catechista o responsabile di associazione ecclesiale con finalità educativa, perchè in netto contrasto con il Santo Vangelo. Qualsiasi replica a questo post verrà cancellata.”

5 x 1000