Arezzo, badante torna a lavoro dopo malattia: anziano la chiude in stanzino per punizione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Aprile 2020 12:28 | Ultimo aggiornamento: 3 Aprile 2020 12:32
Arezzo badante sequestrata da pensionato: denunciato dai carabinieri

Arezzo badante sequestrata da pensionato: denunciato dai carabinieri (Foto archivio ANSA)

AREZZO – La badante è tornata a lavoro dopo un periodo passata in malattia e l’anziano che accudiva l’ha rinchiusa in uno stanzino per punizione. E’ accaduto ad Arezzo, dove l’80enne è stato denunciato per sequestro di persona, violenza privata e minacce.

Secondo quanto riferito da Today, la badante, una giovane di Anghiari, era andata in malattia e dopo alcuni giorni di assenza è tornata a lavorare per l’anziano, con cui aveva un regolare contratto. L’uomo però si è infuriato per l’assenza e così i due hanno iniziato a discutere, fino a quando il pensionato l’ha accusata di aver finto la malattia, l’ha insultata e poi l’ha rinchiusa in uno stanzino.

La giovane però è riuscita a fuggire e prima di tornare ad Anghiari si è recata nella stazione dei carabinieri di Sansepolcro, così da denunciare le minacce subite e il sequestro di persona. I fatti risalgono allo scorso dicembre e dopo mesi di indagini accurate per verificare la versione fornita dalla donna, i militari sono riusciti a ricostruire quanto accaduto in quel giorno e così hanno deciso di procedere.

I carabinieri hanno quindi confermato le accuse di sequestro di persona, violenza privata e minacce a cui l’anziano pensionato ora dovrà rispondere in tribunale.

(Fonte Today)