Arezzo: beccato da un pollo, muore di tetano a 88 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 settembre 2014 17:00 | Ultimo aggiornamento: 15 settembre 2014 17:00
Arezzo: beccato da una gallina, muore di tetano a 88 anni

Arezzo: beccato da un pollo, muore di tetano a 88 anni

AREZZO – Un uomo di 88 anni è morto di tetano ad Arezzo. L’uomo che non aveva mai fatto il vaccino, avrebbe contratto l’infezione a seguito di una beccata di uno dei polli che allevava. Ad Arezzo è il secondo caso di un infezione per tetano quest’estate: a luglio era accaduto a una donna di 85 anni che si era graffiata alle gambe con la rete di un pollaio. L’anziana è stata poi salvata.

Non ce l’ha fatta invece l’88enne, residente in campagna, alle porte di Arezzo, deceduto nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Donato. L’Asl ricorda l’importanza della vaccinazione contro il tetano, “unico mezzo efficace per prevenire l’infezione”.

La vaccinazione, spiega ancora, è “efficace, ben tollerata, non comporta rischi per la salute ed è disponibile per tutti gratuitamente”. Il tetano, ricorda l’Asl, è una malattia infettiva acuta causata dal batterio Clostridium tetani, che può sopravvivere nell’ambiente esterno anche per anni, contaminando la polvere e la terra e può penetrare nell’organismo umano attraverso ferite anche di piccola entità causando la malattia. Dopo un periodo di incubazione fra 3 e 21 giorni circa, si manifestano contrazioni muscolari, rigidità del collo, difficoltà alla deglutizione, rigidità dei muscoli dell’addome e degli arti; possono manifestarsi anche febbre, sudorazione, tachicardia.

Il paziente rimane cosciente e gli spasmi muscolari causano inteso dolore. Nelle forme più gravi è necessario il ricovero in rianimazione ed il paziente viene sottoposto a terapie intensive anche invasive, come la tracheostomia. La guarigione è lunga, necessità di riabilitazione funzionale e possono residuare invalidità. E talvolta l’esito è fatale.