Si tuffa in piscina e batte la testa: gravissimo un bimbo di 6 anni

Pubblicato il 10 luglio 2012 16:52 | Ultimo aggiornamento: 10 luglio 2012 19:32

piscina vuotaMONTE SAN SAVINO (AREZZO)- Si è tuffato in piscina e ha battuto la testa, dopodiché è stato colto da un arresto cardiaco di origine traumatica. Un bimbo di sei anni, residente a Firenze, è rimasto ferito gravemente questa mattina nella piscina Crocodile di Monte San Savino, in provincia di Arezzo.

La dinamica resta ancora da chiarire. A fornire i primi soccorsi sarebbe stato il personale presente nella piscina che ha avviato un massaggio cardiaco proseguito poi dai sanitari. Il piccolo è stato quindi intubato dai sanitari del 118 e trasferito all’ospedale pediatrico Meyer in coma neurologico. Sul luogo dell’accaduto sono intervenuti i carabinieri.

Nella stessa piscina due anni fa era morto un altro bambino. Si chiamava Stefan Tironiac, 10 anni, era di origine romena ma da anni risiedeva ad Arezzo con i genitori. Allora Stefan che era in acqua, venne colpito alla testa da un coetaneo che si era gettato in piscina. Finì sul fondo e venne recuperato poco dopo dagli operatori del centro estivo del Comune di Monte San Savino e dagli istruttori del corso di nuoto. Per lui non ci fu niente da fare, nonostante i soccorsi immediati di una dottoressa fuori servizio.