Ariano Irpino e altri 4 Comuni in quarantena: rito mistico contagia tutti, bevevano dallo stesso calice

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Marzo 2020 9:00 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2020 9:00
Ariano Irpino e altri 4 Comuni in quarantena: rito mistico contagia tutti, bevevano dallo stesso calice

Il Presidente della Campania De Luca chiude Ariano Irpino e altri 4 Comuni (Ansa)

ROMA – Ariano Irpino non è il solo epicentro di un inaspettato focolaio in Campania. Boom evitabile di contagi, cinque Comuni della Campania in isolamento totale, 23mila persone in quarantena stretta. Tutta colpa di un predicatore catacumenale e dei suoi collaboratori che hanno organizzato ben due eventi che il Governatore De Luca si limita a qualificare come “riti mistici”.

I catacumenali saranno denunciati. Hanno violato ogni disposizione contraria prevista dal decreto del governo: si sono assembrati partecipando a un rito collettivo. Gli adepti bevevano dallo stesso calice per assecondare la loro folle liturgia, in barba alle misure igieniche minime che il resto della popolazione italiana si sforza di rispettare.

Prima l’emergenza contagi e il relativo provvedimento di quarantena aveva riguardato solo Ariano Irpino. La Regione lo ha esteso anche ad altri 4 Comuni. Si tratta di Sala Consilina, Caggiano, Polla e Atena Lucana, tutti nel Salernitano. Una di queste cerimonie si sarebbe svolta in un albergo di Atena Lucana.

E’ quanto si legge nell’ordinanza n.18 pubblicata sul sito della Regione Campania. Come già si è verificato per Ariano Irpino, disposto il divieto di entrata ed uscita. Il provvedimento è scattato visto l’aumento dei contagi verificatosi in questi Comuni e i rischi persistenti nella zona. (fonte Ansa)