Arrestato l’ad di Mantovani Spa. “Tangenti su appalti di alcune grandi opere”

Pubblicato il 28 Febbraio 2013 13:08 | Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio 2013 13:09
Arrestato ad Mantovani Spa, Piergiorgio Baita

L’ ad di Mantovani Spa, Piergiorgio Baita

VENEZIA – Arrestato Piergiorgio Baita, amministratore delegato di Mantovani Spa. A eseguire il fermo gli uomini della Guardia di Finanza di Venezia e Padova, nell’ambito di un’indagine per tangenti su appalti in project financing di alcune grandi opere.

La Mantovani Spa è una delle principali aziende di costruzioni del Nordest, impegnata in grandi opere come il Mose di Venezia e il Passante di Mestre.

Sono complessivamente cinque le persone arrestate nell’ambito dell’inchiesta della magistratura veneziana. Secondo quanto si è appreso, sono una ventina le persone indagate dai finanzieri che stanno eseguendo 45 perquisizioni tra le province di Padova, Venezia, Bologna e Lecco.

Gli arrestati sonoPiergiorgio Baita, presidente del consiglio di amministrazione della Mantovani Spa e vice presidente di Adria Infrastrutture Spa; Nicolò Buson, responsabile amministrativo della Mantovani Spa; Claudia Minutillo, amministratore delegato di Adria Infrastrutture ed ex segretaria di Galan; William Colombelli presidente della Bmc Broker Srl.

Le persone finite nel mirino delle fiamme gialle sarebbero accusate di aver accantonato soldi attraverso gli appalti per le grandi opere del territorio attribuite in project financing. Il denaro poi sarebbe stato trasferito in conti correnti esteri. Sequestri bancari sarebbero stati attuati in una banca di San Marino.