Arrestato maniaco da spiaggia, sfregava pene sui piedi di giovani ragazze

Pubblicato il 23 Febbraio 2010 19:32 | Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio 2010 19:46

Con la scusa di fare un massaggio rilassante sulle calde spiagge italiane sfregava il suo pene sui piedi di giovani ragazze. La Cassazione ha arrestato  il ‘maniaco’ da spiaggia, Francesco L.C. di 28 anni, che, senza successo, aveva sostenuto la tesi della “possibile accidentale fuoriuscita del pene dal costume” e, comunque, della “innocuità” del suo comportamento.

Secondo i supremi giudici, con la sentenza 7122, invece la condotta del ragazzo è gravissima e lo hanno lasciato in prigione. Ad aggravare la sua situazione la presenza di precedenti e l’incapacità di «reprimere gli stimoli sessuali perfino in un luogo affollato ed in pieno giorno».

Francesco aveva colpito la prima volta sul litorale romano di Ostia, l’ultima – quella che gli è costato l’arresto per violenza sessuale – su quello palermitano di Mondello. Qui era stato denunciato da una ragazzina minorenne e dalla sua amica che aveva assistito alla scena dello sfregamento.