Artena (Roma). Si schianta con l’auto, muore fratello gemello: lui è indagato per omicidio stradale

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Agosto 2019 18:51 | Ultimo aggiornamento: 13 Agosto 2019 18:51
ambulanza ansa

Un’ambulanza in servizio (Ansa)

ROMA – Due fratelli gemelli vanno in auto ad assistere al Palo delle Contrade che si tiene nel centro di Artena, comune della provincia di Roma al confine con quella di Latina. I due gemelli mentre tornano a casa escono di strada in un tratto buio e tortuoso. Finiscono contro un muro di contenimento ed uno di loro muore sul colpo dopo essere stato sbalzato fuori dall’auto. L’altro invece rimane ferito ed ora è accusato di omicidio stradale aggravato dall’assunzione di alcol e droga.

A morire è stato Valerio Felici, 19 anni, di Giulianello di Cori. Il fratello Riccardo si è invece salvato. Loro padre è un consigliere comunale della cittadina in provincia di Latina. Sulla dinamica dell’incidente sono in corso le indagini dei Carabinieri della compagni di Colleferro: sono stati quest’ultimi ad intervenire nella notte tra sabato e domenica.

I due ragazzi viaggiavano a bordo di una Panda che, per cause ancora da accertare, ha improvivsamente sbandato. Non si esclude il fatto che l’incidente possa essere stato provocato dalla velocità eccessiva: Riccardo era al volante, suo fratello gemello siedeva accanto a lui. A bordo c’era anche un terzo ragazzo. L’impatto è stato molto violento:  Valerio è stato scaraventato fuori dall’abitacolo ed è morto sul colpo. Riccardo e il terzo occupante dell’auto sono stati trasportati in ambulanza all’ospedale di Velletri con varie fratture ma non sarebbero in pericolo di vita.

I Carabinieri hanno sequestrato quello che rimane della Panda e sono in attesa del risultato dell’autopsia per capire come procedere. A quanto pare, quel tratto di strada appare essere molto pericoloso: a segnalarlo sono i residenti della zona. Intanto però, in attesa degli esiti delle perizie, ad essere indagato è Riccardo che quella sera aveva assunto alcol e droga.

A Cori, i gemelli erano molto conosciuti. Decine i messaggi di cordoglio scritti dagli amici sui profili social dei due fratelli.  

Fonte: Corriere della Sera