Aspirante satanista ruba ostie consacrate: denunciato

Pubblicato il 10 Marzo 2010 19:14 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2010 19:14

Un disoccupato milanese ha commesso una serie di reati per procurarsi l’occorrente necessario per celebrare una messa satanica, ma è stato intercettato e denunciato dai carabinieri di Piacenza.

Il ragazzo, 23 anni, da tempo residente a Castel San Giovanni, a febbraio aveva infilato nello stipite della porta della cappella dell’ospedale della cittadina due carte da gioco, il 3 e il 5 di spade, con disegnato un pentacolo e il numero del diavolo, il ‘666’. Qualche giorno dopo era entrato nella cappella ed aveva messo nelle mani della statua della Madonna un 2 di coppe con disegnati i medesimi simboli. Il parroco aveva subito avvisato i carabinieri.

Nel frattempo il satanista era tornato a colpire, rubando dalla stessa cappella 60 ostie consacrate e 4 candele. Anche di questi fatti era stato sporta denuncia ai carabinieri. Qualche giorno fa l’episodio costato una raffica di denunce al satanista. Il ragazzo è stato sorpreso dal prete nella cappella mentre cercava di rubare monete dalla cassetta delle offerte. Fermato dal sacerdote, ha fornito nome e cognome falsi, poi si è allontanato.

I carabinieri grazie alla descrizione del sacerdote hanno intercettato il ventitreenne che ha ammesso tutte le ‘imprese’. È stato quindi denunciato per il tentato furto dalla cassetta delle offerte, per il furto delle ostie e per offesa alla confessione religiosa mediante vilipendio.

Nella sua casa sono stati trovati quattro candelabri, rubati dalla cappella, oltre a vari simboli satanisti e a due libri sull’argomento presi a prestito dalla biblioteca comunale.

Il ragazzo ha giustificato il tentato furto di monete dalla cassetta delle offerte dicendo: «volevo comprare la bibbia di Satana che costa 14 euro».