Assistente sanitaria finge di vaccinare i bimbi: a processo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 agosto 2018 9:25 | Ultimo aggiornamento: 26 agosto 2018 9:25
Assistente sanitaria finge di vaccinare i bimbi: a processo

Assistente sanitaria finge di vaccinare i bimbi: a processo

ROMA – “Fingeva di vaccinare i bimbi”. La donna ora davanti al giudice dell’udienza preliminare dovrà rispondere di peculato, omissione d’atti d’ufficio e falsità ideologica. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] L’ex assistente sanitaria di Spresiano accusata di aver finto di vaccinare i bambini nel distretto sanitario di Codroipo, a Udine, e poi all’Usl 2 di Treviso, è stata infatti rinviata a giudizio.

Come scrive Il Messaggero Veneto, il 2 novembre si terrà l’udienza preliminare. Già licenziata per giusta causa dalla Usl 2 di Treviso, è accusata di aver simulato quasi 21 mila vaccinazioni su oltre 7.500 bambini e adulti, tra il novembre 2009 e il giugno 2016. La vicenda era venuta alla luce ad aprile del 2017, sollevata da alcuni colleghi della donna insospettiti perché nessuno dei bambini che le venivano affidati piangeva durante o dopo la puntura.

Dovrà rispondere anche di peculato, per aver gettato nel contenitore dei rifiuti speciali i farmaci non iniettati, creando così un danno all’azienda sanitaria. Le viene contestato poi il reato di omissione in atti d’ufficio, in quanto incaricata di pubblico servizio, per non aver somministrato i farmaci nei giorni in cui prestava servizio nell’ambulatorio. Infine, c’è l’accusa di falso ideologico: per far risultare le vaccinazioni simulate, la donna avrebbe falsamente aggiornato il sistema informatico delle aziende sanitarie e i libretti di vaccinazioni degli utenti.