Cronaca Italia

Assunzione-scambio all’Umberto I, Antonio Sili Scavalli condannato

Assunzione-scambio all'Umberto I, Antonio Sili Scavalli condannato

Il policlinico Umberto I (Foto Lapresse)

ROMA – Dopo tante denunce su malfunzionamenti e irregolarità di gestione del policlinico Umberto I il medico e sindacalista della Fials Antonio Sili Scavalli è stato condannato a quattro mesi di carcere per tentata violenza privata nei confronti di Domenico Alessio, direttore generale dell’ospedale.

Sili Scavalli, riferisce Michela Allegri sul Messaggero,

“avrebbe utilizzato la denuncia come strumento di ricatto: nel gennaio dello scorso anno, il medico avrebbe suggerito al direttore generale del policlinico, Domenico Alessio, uno scambio che suonava come una minaccia.

Sili Scavalli avrebbe promesso di sospendere di fare esposti, scrive Allegri,

“in cambio della nomina di un suo amico come consulente tecnico per i lavori di messa in sicurezza di alcuni padiglioni, sostenendo che un accordo di questo tipo «avrebbe consentito a tutti una maggiore serenità di rapporti», si legge nelle carte della procura”.

Ma Alessio rifiutò la proposta e denunciò il sindacalista, condannato dopo un processo con rito abbreviato. Secondo quanto sostenuto da Alessio,

“dopo la mancata intesa Scavalli avrebbe assunto un atteggiamento di ossessiva contestazione. Nel giro di qualche giorno aveva infatti inviato al direttore generale una lettera in cui ricordava, con fare minaccioso, la sfilza di esposti da lui presentati nel corso degli anni. Poi, aveva pubblicamente screditato l’Umberto I in una serie di interviste”.

 

To Top