Asti, Maria Luisa Fassi uccisa in 7 minuti nella sua tabaccheria

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 luglio 2015 14:31 | Ultimo aggiornamento: 7 luglio 2015 14:31
Asti, Maria Luisa Fassi uccisa in 7 minuti nella sua tabaccheria

Asti, Maria Luisa Fassi uccisa in 7 minuti nella sua tabaccheria

ASTI – Tra i cinque e i sette minuti: tanto è durata l’aggressione a Maria Luisa Fassi, la tabaccaia uccisa sabato ad Asti. Lo hanno stabilito gli inquirenti che indagano sull’omicidio. L’inchiesta, coordinata dal pm Luciano Tarditi, è svolta dai carabinieri di Asti, che ha istituito una squadra di investigatori dedicata al caso a cui collaborano anche i Ros. I militari stanno incrociando le testimonianze raccolte, una ventina, mentre prosegue l’esame dei filmati, 60 ore, delle telecamere.

Fassi è stata accoltellata nella mattinata di sabato 4 luglio, ad Asti, nel suo negozio in corso Volta. Ad avvisare i Carabinieri un cliente che l’ha trovata a terra in un lago di sangue. La donna è stata ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Cardinal Massaia dove è morta nel tardo pomeriggio. Inutile il lungo e delicato intervento chirurgico al quale la donna era stata sottoposta per le profonde lesioni all’addome e al torace. Un mistero il possibile assassino e il movente, l’unica indicazione è che non viene considerata esclusivamente la pista della rapina.