Atef Mathlouthi, il tunisino intervistato a Chi l’ha Visto?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 marzo 2018 9:18 | Ultimo aggiornamento: 26 marzo 2018 13:21
Atef Mathlouthi tunisino isis

Atef Mathlouthi, il tunisino sospettato di pianificare attentati a Roma

ROMA – “Non sono un terrorista, non sono latitante, la polizia tunisina mi ha interrogato tutto il giorno. Denuncio tutti!”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

Sono le dichiarazioni di Atef Mathlouthi, il tunisino ricercato da domenica 25 marzo, sospettato di essere un islamista radicale appartenente all’Isis, intervistato da “Chi l’ha visto?” in Tunisia.

I successivi accertamenti hanno escluso ogni collegamento tra l’uomo e le vicende terroristiche, e pertanto il tunisino in questione, che vive e lavora nel Paese d’origine, al momento – riferisce la stessa Questura di Roma – “non è ritenuto un pericolo concreto e attuale”. E l’intera vicenda, sebbene resti comunque “in fase di ulteriore approfondimento”, non ha determinato alcuna allerta “in considerazione del fatto – dice ancora la Questura romana – che, l’innalzamento standard della misure di sicurezza per Pasqua era stato già pianificato”.