Attentati al “Bingo” di Ferentino/ Coinvolto anche l’omicida del suocero di Daniele De Rossi

Pubblicato il 7 Luglio 2009 17:30 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2009 17:39

Gabriele Piras, 49 anni, pregiudicato romano, in carcere perché accusato dell’omicidio di Alfredo Pisnoni, suocero del giocatore della Roma, Daniele De Rossi, risulta fra gli arrestati nell’indagine per gli attentati al Bingo di Ferentino.

Gli altri personaggi considerati gli esecutori materiali degli otto attentati, avvenuti tra il 2003 e il 2008, sono il dentista Aldo Coiante, 51 anni, Giuliano Marcoccia, 36 anni, Ivan Emiliozzi, 25 anni, mentre il quinto è latitante.

Nel corso della conferenza stampa il capo della Squadra Mobile, Carlo Bianchi, ha ricostruito tutta la fase investigativa delle indagini partendo dal primo attentato avvenuto nel 2003 e concludendo con l’ultimo avvenuto nel luglio del 2008. Le indagini non sono ancora concluse e non si esclude la partecipazione di altri gruppi criminali.