Fiumicino, atterraggio di emergenza, Wizz Air: “Orgogliosi del nostro pilota”

Pubblicato il 9 Giugno 2013 16:35 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2013 18:09
L'aereo Wizz Air dopo l'atterraggio (Ansa)

L’aereo Wizz Air dopo l’atterraggio (Ansa)

FIUMICINO (ROMA) – Era il protagonista atteso dagli organi di informazioni alla conferenza stampa convocata la mattina di domenica 9 giugno dalla compagnia aerea ungherese Wizz Air in un albergo vicino all’aeroporto di Fiumicino. E invece, a differenza di quanto annunciato, non c’era il comandante-eroe Gianluca Rabitti Martini, che sabato 8 giugno ha compiuto un magistrale atterraggio d’emergenza nello scalo romano.

L’Airbus partito da Bucarest con 165 passeggeri e 6 membri d’equipaggio e diretto a Ciampino è atterrato a Fiumicino con il carrello sinistro in avaria: il pilota è riuscito ad adagiare l’aereo sulla pista sul solo carrello destro e sul motore. ”Siamo orgogliosi di Gianluca – ha detto Diederik Pen, Chief Operations Officer della compagnia ungherese -. Dopo avere effettuato un primo passaggio sopra la torre di controllo per far verificare a vista eventuali anomalie del carrello, è stato davvero bravo ed è riuscito ad effettuare questa manovra grazie alla quale, fortunatamente, tutti i passeggeri sono rimasti incolumi”.

”Non siamo in grado di dire cosa è successo – ha aggiunto, secondo quanto riferito dal Tg5 -. C’e’ un’inchiesta aperta”. ”Tutta la flotta dei nostri aerei e’ giovane, ha in media 3 anni e mezzo – – ha sottolineato Pen -. La manutenzione viene svolta da Lufthansa Technik: l’Airbus coinvolto ha 13 mesi di vita e l’ultima manutenzione programmata era stata effettuata lo scorso maggio”. Wizz Air opera su 33 Paesi con una flotta di 44 aeromobili, secondo quanto riferito.

Il comandante-eroe Gianluca Rabitti Martini, in una nota diffusa dalla compagnia ha ringraziato l’equipaggio e tutti i passeggeri: “Desidero innanzitutto ringraziare l’equipaggio, ed in particolare il primo ufficiale Kyriacou Constantinos in cabina di pilotaggio con me, la compagnia Wizz Air, lo scalo di Roma Fiumicino, e gli enti di soccorso tutti per la perfetta assistenza fornita ai nostri passeggeri”.

“Per quanto riguarda strettamente il nostro equipaggio Wizz Air, riteniamo di aver svolto il nostro lavoro nel modo più professionale e sicuro – dice il comandante -, dimostrato poi dalla assenza totale di danni fisici alle persone presenti. Gli aspetti tecnico gestionali ed operativi di quanto accaduto – prosegue – sono ora oggetto di studio da parte delle autorità competenti”.