Aurelia Sordi, donazione sospetta da 2.300.000 euro ai domestici

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Giugno 2013 19:49 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2013 19:49
Aurelia Sordi, donazione sospetta da 2.300.000 euro ai domestici

Aurelia Sordi con l’ex sindaco di Roma, Walter Veltroni (Foto Lapresse)

ROMA – Aurelia Sordi sarebbe stata raggirata per regali da due milioni e trecentomila euro. Almeno questa è l’ipotesi degli inquirenti che stanno indagando sul presunto raggiro ai danni della sorella ed erede di Alberto Sordi. 

Secondo quanto riporta Adelaide Pierucci sul Messaggero, nel mirino degli inquirenti sarebbe finita la donazione fatta dalla signorina lo scorso novembre a favore degli otto dipendenti della villa di Caracalla. Apparentemente un regalo di Capodanno. Ma i dubbi sulla spontaneità della donazione sono sorti perché all’epoca, il 15 novembre 2012, Aurelia Sordi, 95 anni, era, per i medici, già affetta dademenza degenerativa“, e quindi non in grado di intendere e di volere. 

In quell’occasione la signorina regalò, nel dettaglio, 150mila euro ciascuna a due cameriere, 200mila ciascuno ad altri due dipendenti, e 400mila euro ad quattro collaboratori con più anzianità di servizio. Tra loro c’era anche Arturo Artadi, l’autista quarantenne peruviano con la famiglia da tempo.

Scrive Pierucci sul Messaggero:

La donazione, accertata l‘incapacità di Aurelia Sordi, può essere considerata quindi la prova generale per il raggiro? O come sostiene l’indagato solo la gratitudine di un’anziana per i servizi offerti dai suoi dipendenti? Un testimone ha raccontato che Artadi aveva un atteggiamento protettivo e avvolgente con la signorina. “La coccolava e con quel rapporto privilegiato ed esclusivo tagliava fuori tutti gli altri, anche gli amici storici e disinteressati di Alberto”.