Milazzo, ufficiale della Guardia Costiera trovato morto in mare: stava salvando 2 ragazzini tra le onde alte

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Settembre 2020 9:46 | Ultimo aggiornamento: 27 Settembre 2020 9:48
Milazzo, ufficiale della Guardia Costiera disperso in mare a Milazzo: stava salvando 2 ragazzini tra le onde alte

Milazzo, ufficiale della Guardia Costiera disperso in mare: stava salvando 2 ragazzini tra le onde alte (Foto d’archivio Ansa)

Aurelio Visalli, sottufficiale della Guardia Costiera, è morto in mare: aveva tentato di salvare due bagnanti a Milazzo.

Il militare della Guardia Costiera Aurelio Visalli è ancora disperso in mare. Stava tentando di salvare due bagnanti in difficoltà lungo il litorale di Milazzo. Le condizioni del mare, sottolinea la stessa Guardia Costiera, hanno rso difficoltose le ricerche del militare.

Il corpo senza vita di Visalli è stato trovato solo la mattina di domenica 27 settembre, nel punto di mare antistante Tono, dove si era tuffato.

Aurelio Visalli e il tentativo di salvataggio in mare

Scrive la Guardia Costiera su Twitter: Aurelio Visalli, 40 anni, originario di Venetico, ha il grado di sottocapo; sposato, ha due figli, uno di 12 anni e un’altra di 6.  

Visalli ha visto due ragazzini in difficoltà in acqua la mattina di sabato 26 settembre. Si erano tuffati nonostante il forte vento rendesse il mare molto mosso. Due ragazzini eranoo entrati in acqua nel litorale di ponente a Milazzo, con l’intenzione di sfidare le onde.

Ma poco tempo dopo hanno cominciato a chiedere aiuto perché non riuscivano più a rientrare a riva. La Capitaneria di porto ha fatto partire anche una motovedetta che ha raggiunto il punto in cui erano i due bagnanti.

Anche il vice ministro del Mit a Milazzo

“Il Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Giancarlo Cancelleri ha annullato gli impegni elettorali in programma per questo pomeriggio per dirigersi immediatamente presso la Capitaneria di Porto di Milazzo appena appresa la notizia del militare della Guardia Costiera disperso in mare in seguito ad attività di soccorso a 2 bagnanti, che incautamente sfidavano le avverse condizioni del mare”.

Cancelleri – è scritto in una nota – “ha sentito telefonicamente il Comandante Generale della Guardia Costiera Ammiraglio Pettorino per comunicare la vicinanza al corpo militare e per conoscere i dettagli dell’accaduto. Il Vice Ministro sta raggiungendo il posto per manifestare la massima vicinanza del governo nazionale alla famiglia del militare e ad i colleghi della Capitaneria di Porto impegnati senza sosta, con mezzi aerei e navali, nelle attività di ricerca”. (Fonti: Ansa e La Stampa)