Autocertificazione nel Dpcm Natale, aspettando il decreto: scarica il PDF dell’ultima Autocertificazione del Viminale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Dicembre 2020 14:25 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2020 22:23
Autocertificazione nel Dpcm Natale, aspettando il decreto: giorni, divieti, deroghe (zona rossa e arancione)

Autocertificazione nel Dpcm Natale, aspettando il decreto: giorni, divieti, deroghe (zona rossa e arancione)

Natale con l’autocertificazione: aspettando che il Governo faccia chiarezza licenziando il nuovo Dpcm, proviamo a capire come potremo gestire i giorni delle festività a cavallo dell’anno.

“Sono due le ipotesi in campo. Una zona rossa che prosegua dalla vigilia di Natale all’Epifania. Oppure alternata con qualche allentamento. Io privilegerei questa seconda ipotesi”.

Anche se “non non è una scelta facile”, ha detto questa mattina il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini a Mattino 5.

Secondo il sottosegretario agli Interni Carlo Sibilia si va verso una zona rossa nazionale dal 24 al 27 dicembre e dal 31 al 3 gennaio, mentre dal 28 al 30 l’Italia sarà tutta arancione.

Natale con autocertificazione: regole, divieti, deroghe

In ogni caso gli italiani che intendano spostarsi dovranno portare sempre con sé la vecchia autocertificazione. Nel senso del foglio giustificativo che abbiamo imparato a usare durante il lockdown di inizio pandemia. (Autocertificazione Dpcm Natale: scarica qui il modello in PDF)

In tutto il paese scatterà il coprifuoco alle 22 e, dunque, la necessità di giustificare i propri spostamenti sarà necessaria anche nei Comuni inseriti nelle zone gialle, dopo quell’ora.

Il modulo è lo stesso del Dpcm del 24 ottobre

Il modulo sarà sulla falsariga di quello disponibile sul sito del Viminale. Anzi, probabilmente sarò lo stesso che era stato predisposto in occasione del Dpcm del 24 ottobre. E già utilizzabile per le ordinanze in vigore nelle Regioni dove era stato stabilito il coprifuoco.

Si tratta di un modello standard. I controlli verranno fatti a campione e chi non riuscirà a dimostrare il motivo indicato nell’autocertificazione, verrà denunciato. 

Le deroghe (figli under 14, parenti non conviventi)

Nel nuovo decreto, secondo le ultime indiscrezioni, dovrebbe essere prevista una deroga per consentire a due non conviventi – ma solo parenti stretti – di fare visita a genitori o nonni.

Nei giorni ‘rossi’, dunque ci si potrà spostare con l’autocertificazione per far visita a un famigliare, portando con sé figli ‘under 14’ che saranno comunque esclusi dal conteggio.

Vale a dire che si potrà andare dai nonni anche se in quattro, l’importante è che i due minori abbiamo meno di 14 anni di età. Ma per ora si tratta di un’indiscrezione. (fonte Ansa)