Autovelox: sulla Colombo a Roma arriva Caesar, in grado di leggere targhe a 400 metri di distanza

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Luglio 2019 15:39 | Ultimo aggiornamento: 21 Agosto 2019 11:00

Un autovelox (Foto Ansa)

ROMA – Attenti a correre in macchina sulla via Cristoforo Colombo a Roma, che collega l’Eur a Ostia: sta per arrivare il super autovelox Caesar, in grado di leggere le targhe anche a 400 metri di distanza, di giorno e di notte. 

Caesar, infatti, ha delle lenti potentissime e un cervello elettronico in grado di immagazzinare i dati dall’incrocio con la Pontina fino alla rotonda di Ostia funzionando come un tutor autostradale. 

Lungo la strada, spiega Leggo, c’è un rilevatore ogni 850 metri. Il calcolo della multa può avvenire per tratta o per l’intero percorso e viene elevato un solo verbale per infrazione, calcolando la tariffa sanzionatoria più alta.

I rilevatori verranno installati su dei pali videosorvegliati, in modo da evitare manomissioni, a partire da agosto fino a dicembre, poi ci sarà un periodo di rodaggio del sistema, un altro di pre-esercizio con multe a salve e, da inizio 2020, partiranno i verbali.

La Cristoforo Colombo è la prima strada urbana in Italia ad esser coperta da un sistema di autovelox come Caesar ed è anche una delle strade con la più alta mortalità di Roma. Solo nel 2018 tredici persone vi hanno perso la vita. Un primato, ricorda Leggo, battuto solo dalla Pontina, dal Grande Raccordo Anulare e dalla vicina via del Mare.

Allo stesso tempo sulla Colombo verranno effettuate migliorie per la sicurezza stradale, con guardrail scooter friendly per evitare ai motociclisti impatti mortali, segnaletica rivista e rimozione delle radici di pino che tante vittime hanno provocato. (Fonte: Leggo)