Avellino, furto nel Santuario di Montevergine: rubati gioielli dei fedeli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Dicembre 2019 19:58 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2019 19:58
Avellino, Ansa

Avellino, furto nel Santuario di Montevergine (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Furto all’interno del museo Abbaziale del Santuario di Montevergine, in provincia di Avellino. Da una teca posta sul muro sono state portate via alcune parure in oro e pietra che fanno parte dell’ampio patrimonio degli ex voto donati nel corso dei secoli dai fedeli. Il furto è stato denunciato dall’Abate del millenario santuario fondato da san Guglielmo da Vercelli, monsignor Riccardo Guariglia. Per impossessarsi dei preziosi, i ladri hanno praticato un foro alla base della teca. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri della Compagnia di Avellino.

Terremoto: scosse avvertite anche in Irpinia.

Evacuate per precauzione le scuole di ogni ordine e grado di Avellino dopo le due scosse di terremoto che stamattina, intorno alle 9, hanno interessato la provincia di Benevento con epicentro a San Leucio del Sannio. Le scosse e il successivo sciame sismico sono stato avvertiti distintamente nel capoluogo e soprattutto nelle zone irpine che confinano col versante sannita, nei cui comuni i sindaci hanno precauzionalmente deciso la chiusura delle scuole. Non si registrano comunque danni a persone e cose.

L’intero sistema regionale di Protezione Civile della Campania è attivo e operativo rispetto alla sequenza sismica che sta interessando la provincia di Benevento e, in particolare, l’area di San Leucio del Sannio. Non sono stati segnalati, al momento, danni nel territorio interessato dalle sollecitazioni telluriche anche se le cinque scosse con magnitudo superiore a 3 sono state avvertite dalla popolazione. Il direttore generale della Protezione civile regionale, Italo Giulivo, si tiene in stretto contatto, da un lato, con l’Istituto Italiano di Geofisica e Vulcanologia e il Dipartimento nazionale di Protezione civile e, dall’altro, con la Prefettura di Benevento e i sindaci dei Comuni dell’epicentro tenendo costantemente informato il presidente della Regione, Vincenzo De Luca. In particolare, all’esito delle verifiche fin qui effettuate dai Vigili del Fuoco, non emergono situazioni compromesse: in particolare sono stati effettuati 12 sopralluoghi, sei nella provincia di Benevento e altrettanti nella provincia di Avellino, tra cui al carcere minorile di Airola. Tutti hanno avuto esito negativo.