Averna. E’ morto a 66 anni Francesco Claudio, il re dell’amaro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Gennaio 2020 9:51 | Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio 2020 9:51
Averna. E' morto a 66 anni Francesco Claudio, il re dell'amaro

Francesco Claudio Averna (Ansa)

ROMA – E’ morto giovedì 9 gennaio a Milano Francesco Claudio Averna, ex presidente dell’omonima azienda che produce il noto amaro, un marchio famoso in tutto il mondo ora di proprietà del gruppo Campari. L’imprenditore, originario di Caltanissetta, aveva 66 anni. Era ricoverato all’Istituto Tumori per una malattia che non gli ha dato scampo. Commendatore al merito della Repubblica Italiana, aveva gestito la società assieme al cugino Francesco Rosario fino al 2014.

Lascia la moglie Francesca e la figlia Alessandra. La famiglia Averna ha prodotto lo storico amaro dei benedettini dal 1868. Il capostipite Salvatore, a metà dell’800, frequentava l’abbazia benedettina di Santo Spirito. Qui i frati riuscivano a distillare un liquore di erbe molto amaro ma non sgradevole al palato. E dalle virtù terapeutiche. Nel 1859 i monaci consegnarono a Salvatore la ricetta originale. 

Nel 1912 l’amaro era già un must nazionale, quando cioè Vittorio Emanuele III concesse all’azienda l’onore di apporre lo stemma reale sull’etichetta con la scritta Brevetto della Real Casa. (fonte La Repubblica)