Aversa, finanziere ucciso: l'autopsia suggerisce l'ipotesi suicidio

Pubblicato il 1 Luglio 2012 18:18 | Ultimo aggiornamento: 1 Luglio 2012 18:18

AVERSA (CASERTA), 1 LUG – Al termine dell'esame autoptico svolto questa mattina all'istituto medicina legale di Caserta sul corpo del finanziere di 39 anni Fabrizio Ferrara, trovato cadavere nella notte tra venerdi' e sabato ad Aversa (Caserta) in una zona di campagna a pochi passi dalla caserma ''Antonio Sottile'', sede del Gruppo della Guardia di Finanza, prende nuovamente corpo l'ipotesi del suicidio, non del tutto scartata nemmeno ieri in seguito all'esame esterno del cadavere.

Il medico legale ha accertato infatti che il foro d'entrata del proiettile calibro 9 e' quello riscontrato sulla tempia destra, e non all'altezza del lato sinistro della nuca come sembrava ieri. Una ricostruzione compatibile con l'ipotesi del suicidio, essendo Ferrara destrorso. L'esame dello stube ha dato poi esito positivo; tracce di polvere da sparo sono state infatti trovate sulla mano destra dell'appuntato ma questo non sarebbe un dato dirimente, lo sarebbe stato in caso contrario, escludendo lo sparo da parte di Ferrara. Resta poi il giallo della seconda ferita d'arma da fuoco sul dorso della mano sinistra, che sembra sia stata raggiunta da un secondo proiettile dello stesso tipo, ma il cui bossolo non e' stato rinvenuto.