Avvocato obbligatorio per incidenti stradali e liti. Chi lo paga?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 febbraio 2015 11:03 | Ultimo aggiornamento: 2 febbraio 2015 11:04
Avvocato obbligatorio per incidenti stradali e liti. Chi lo paga?

Avvocato obbligatorio per incidenti stradali e liti. Chi lo paga?

ROMA – Avvocato obbligatorio per incidenti stradali e liti con richieste di pagamento sotto i 50mila euro. Ma chi paga? Dipende: se la negoziazione assistita è obbligatoria paga lo Stato. Se, al contrario, si sceglie la negoziazione facoltativa paga il cittadino.

L’istituto della “negoziazione assistita obbligatoria” è stata introdotta da un decreto legge del governo Renzi ed entrerà in vigore da lunedì 9 febbraio. Prevede che per i risarcimenti danni da incidente (stradale o nautico) e per liti con richieste di pagamento fino a 50mila euro non si vada direttamente dal giudice, ma si proceda attraverso gli avvocati. Se poi il contenzioso non si risolve, si va a processo.

Chi vuole iniziare la causa si prende un avvocato che invita l’altra parte a stipulare una convenzione di negoziazione assistita in cui si precisa il tempo previsto per risolvere la lite (che deve essere tra un mese e tre mesi) e l’oggetto della controversia, che non deve riguardare materie di lavoro. Se al termine della negoziazione le parti non hanno trovato un accordo, si va a processo. Se, invece, le parti hanno raggiunto un accordo questo ha valore esecutivo.

5 x 1000

Questo per quanto riguarda la negoziazione obbligatoria. Si può poi scegliere di procedere in questo modo anche per controversie che riguardano obbligazioni contrattuali che derivano da contratti stipulati tra professionisti e consumatori e per le azioni di recupero crediti.