Azzano Decimo, Gesù nero nel presepe. La protesta della Lega

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Dicembre 2019 16:21 | Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2019 16:21
Gesù nero, Ansa

(foto d’archivio Ansa)

ROMA – Un bambolotto nero, raffigurante Gesù Bambino nel presepe della scuola dell’infanzia, accende la polemica ad Azzano Decimo, in provincia di Pordenone.

Nell’allestimento – riporta la stampa locale – il bambolotto dalla pelle scura, avvolto in una coperta, è l’unico personaggio presente. Sotto il suo corpo ci sono il mare e un grande sole. Un presepe che, nelle intenzioni di chi l’ha allestito, dovrebbe far riflettere sulla dolorosa esperienza che molti migranti affrontano cercando di varcare il Mar Mediterraneo. L’idea delle docenti non è piaciuta però ai consiglieri comunali di opposizione e al consigliere regionale Fvg della Lega, Ivo Moras: “Solo un’amministrazione di sinistra poteva autorizzare questo presepe. Chi non apprezza e non condivide la nostra storia non costruirà mai un futuro”. Solidale con i docenti, la dirigente scolastica che ha ricordato il messaggio di solidarietà umana che si intendeva diffondere, senza che vi fosse alcun altro tipo di intento.

L’anno scorso polemiche simili nacquero per un presepe allestito dal Comune di Viareggio in piazza. Presepe che anche allora fu allestito con un Gesù nero.

“Visto – spiegò allora il sindaco – che i Gesù bambini bianchi qualche genio se li portava via appena messi, un’anima buona ne ha portato uno nero, per vedere se rubano anche quello. Magari un ladro pentito, o un cittadino anticonvenzionale che ha visto la culla vuota”.

Fonte: Ansa.