Baby squillo Parioli, per Glauco Guidotti chiesti 8 anni: “Falso manager”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Novembre 2014 10:56 | Ultimo aggiornamento: 14 Novembre 2014 10:57
Baby squillo Parioli, per Glauco Guidotti chiesti 8 anni: "Falso manager"

Baby squillo Parioli, per Glauco Guidotti chiesti 8 anni: “Falso manager”

ROMA – Otto anni di carcere. Tanto ha chiesto il pubblico ministero per Glauco Guidotti, l’uomo che nell’inchiesta sulle famigerate baby squillo dei Parioli figura come un falso manager di modelle che avrebbe indotto giovani ragazze, anche una quindicenne, a prostituirsi con facoltosi clienti. Guidotti, 55 anni, e la coimputata Paola Stebellini, 24 anni, hanno scelto il rito abbreviato, cosa che accelera i tempi del processo e in caso di condanna garantisce agli imputati una riduzione di un terzo della pena. Per Stebellini sono stati chiesti 4 anni.

«La prostituzione dei minori – ha dichiarato Cristina Cerrato, difensore di parte civile della famiglia della quindicenne – non può essere considerata frutto di una libera scelta». Guidotti è stato arrestato nei mesi scorsi con l’accusa di essersi finto un manager di modelle e di aver indotto alcune ragazze a vendersi per denaro, trattenendo parte dei guadagni. Tra loro un’adolescente di appena 15 anni. Sotto accusa è finita anche Paola Stebellini che, secondo l’accusa, avrebbe aiutato Guidotti a cercare ragazze «prospettando loro la possibilità di guadagno derivante dalla prostituzione, procurando clienti, accompagnandole presso di loro e ricevendo dalle stesse una parte dei guadagni». La decisione del giudice è attesa per il 17 novembre.