La badante la vogliamo pagare poco, in nero e che lavori 16 ore

Pubblicato il 25 ottobre 2011 11:40 | Ultimo aggiornamento: 25 ottobre 2011 11:40

ROMA – La badante dei sogni deve lavorare 16 ore al giorno, possibilmente in nero. La badante ideale esiste nei desideri degli italiani, messi nero su bianco da un recente sondaggio della Fondazione Leone Maressa. Ed ecco il profilo che emerge dai “desiderata” dei nostri connazionali. La badante deve saper assistere un anziano parzialmente non autosufficiente, vivendo nella stessa abitazione e adeguandosi alle stesse abitudini. Deve saper cucinare e pulire, abbinando quindi le doti di assistente a quelle di colf. Ruoli che possibilmente, sempre seguendo i sogni degli italiani, deve rivestire per 16 ore al giorno con uno stipendio sugli 800 euro mensili.

E quando dal sondaggio si passa alle statistiche le cose non vanno diversamente: gli italiani fanno evidentemente coincidere sogno e realtà. In Italia ci sono 774mila badanti, di cui 700mila straniere. Il 62,5% delle famiglie che hanno una badante affida all’assistente anche anche compiti di pulizia della casa e cucina; il 38,5% delega l’intera gestione della casa (dalla spesa all’andare alla Posta a pagare le bollette); il 40,2% di chi chiede questi incarichi pretende una giornata lavorativa di 16 ore. In cambio il 46% delle famiglie paga uno stipendio di 800 euro più vitto e alloggio. Solo il 4,1% paga più di mille euro.