Bagno in lago di Garda, poi eritema: già 30 casi in due settimane

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Luglio 2014 20:06 | Ultimo aggiornamento: 27 Luglio 2014 20:06
Bagno in lago di Garda, poi eritema: già trenta casi in due settimane

Bagno in lago di Garda, poi eritema: già trenta casi in due settimane

BRESCIA – Un bagno nel Lago di Garda e poi bolle ovunque. Era già accaduto domenica 20, quando 25 persone avevano avvertito delle dermatiti dopo un bagno nel lago.

Nuovi casi si sono registrati oggi, domenica 27 luglio. Si tratta di quattro bambini che hanno manifestato arrossamenti e bruciore della pelle dopo aver fatto il bagno a Desenzano, alla punta del Vò del lago di Garda.

Nel frattempo il comune di Manerba, dove si sono verificati i casi di dermatite una settimana fa, ha deciso di installare dei pannelli nelle zone con forte presenza di cigni. “I bagnanti – ha spiegato il sindaco di Manerba Isidoro Bertini – sapranno così che se entrano in acqua in zone dove si trovano gli uccelli acquatici, è possibile che rimangano colpiti da eritemi”.