Bandiera del terzo Reich, carabiniere reintegrato in servizio: “Non è vessillo nazista”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 maggio 2018 13:22 | Ultimo aggiornamento: 9 maggio 2018 16:41
Bandiera del terzo Reich, carabiniere reintegrato in servizio: "Non è vessillo nazista"

Bandiera del terzo Reich, carabiniere reintegrato in servizio: “Non è vessillo nazista”

ROMA – In Germania esibire la bandiera del Terzo Reich nelle manifestazioni è il modo con cui i neonazisti evitano di incorrere in reati mentre espongono le loro insegne. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, Ladyblitz – Apps on Google Play]Sarà anche per questo che il Comando del quinto reggimento carabinieri Emilia Romagna ha annullato la sanzione decisa dal comando del sesto battaglione della Toscana nei confronti del carabiniere che aveva esposto la bandiera del Terzo Reich in camerata.

Bandiera perfettamente visibile dalle caserme dei Viali a Firenze. Il carabiniere è stato dunque reintegrato in servizio. Il Comando ha creduto alla sua difesa: si è protestato innocente negando di appartenere o sostenere gruppi neonazisti.

Il III Reich, inaugurato da Hitler nel ’33, seguiva la repubblica parlamentare di Weimar e il regno di Bismarck: corrisponde temporalmente all’occupazione del potere dello Stato nazista fino alla resa del ’45. Per il Comando dei carabinieri non è un vessillo nazista. Resta però che è quello sventolato dai neonazisti tedeschi.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other