Barbara Corvi, scomparsa nel 2009: arrestato il marito, accusato di averla uccisa per gelosia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Marzo 2021 13:55 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2021 13:55
Barbara Corvi, scomparsa nel 2009: arrestato il marito, accusato di averla uccisa per gelosia

Barbara Corvi, scomparsa nel 2009: arrestato il marito, accusato di averla uccisa per gelosia (Foto Ansa)

Il marito di Barbara Corvi è stato arrestato: lei era scomparsa nel 2009 da Montecampano di Amelia (Terni). L’uomo è accusato di omicidio. Secondo gli investigatori l’uomo avrebbe ucciso la moglie per gelosia. Barbara Corvi era scomparsa da Montecampano di Amelia il 27 ottobre 2009. All’epoca aveva 35 anni.

Barbara Corvi scomparsa nel 2009: Chi l’ha visto disse che il caso era stato riaperto

La vicenda di Barbara Corvi era tornata sotto i riflettori lo scorso luglio. Dopo la riapertura del fascicolo da parte del procura di Terni, a 11 anni dalla scomparsa della donna. Nei mesi scorsi era emerso che due persone erano state indagate da parte della procura di Terni: il marito e cognato della donna. Questo almeno è quanto disse la trasmissione di Rai3 Chi l’ha visto?.

Dalle indagini iniziali sulla scomparsa era emerso che proprio il giorno prima che si perdessero le sue tracce, Corvi aveva avuto una discussione con il marito. Pare gli avesse confessato una relazione extraconiugale. L’inchiesta venne quindi archiviata dalla procura di Terni all’inizio del 2014. Il fascicolo era a carico di ignoti con l’ipotesi di reato di sequestro di persona. 

Barbara Corvi uccisa per gelosia? L’ipotesi della procura di Terni

Sarebbe la gelosia il movente dell’omicidio di Barbara Corvi. Proprio con l’accusa di omicidio i carabinieri di Terni, su disposizione del procuratore capo della locale procura della Repubblica, Alberto Liguori, hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione a carico del marito della donna.

Nel corso di una conferenza stampa dello stesso procuratore, è stato riferito che il movente della gelosia “si condisce con un altro ingrediente che è quello economico”.