Bari: amputata la gamba al ragazzo investito da un pirata della strada

Pubblicato il 10 Giugno 2010 12:43 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2010 12:43

Un intervento in una sala operatoria

L’intervento di ricucitura dell’arto non è riuscito. E i medici sono stati costretti ad amputargli la gamba sinistra. Non è ancora fuori pericolo Paolo Venezia, 25 anni, travolto da un’automobilista mentre si trovava sul suo scooter a Bari. Guido Regina, primario di Chirurgia vascolare ha spiegato che «nel pomeriggio di ieri, mentre la gamba riattaccata funzionava bene, le condizioni generali del ragazzo peggioravano notevolmente». I medici hanno spiegato che i muscoli della gamba riattaccata hanno subito un’ischemia. E hanno quindi liberato elementi che hanno provocato un grave stato tossico, facendo così precipitare le condizioni del giovane. La prognosi non è ancora sciolta ma i medici confermano che le sue condizioni di salute sono leggermente migliorate.

L’incidente è avvenuto nel quartiere Poggiofranco di Bari. Dopo l’incidente l’automobilista è fuggito e sono ancora in corso le indagini per identificare il pirata della strada. Gli altri automobilisti di passaggio hanno immediatamente soccorso il giovane. Uno di essi ha recuperato l’arto tranciato durante l’incidente, mentre una donna, Pierangela Natalizio, 53 anni, è riuscita a stringere una cintura intorno al moncone dell’arto inferiore. Paolo Venezia, ancora cosciente, ha detto ai soccorritori di chiamare il padre al cellulare. La vittima dell’incidente è infatti figlio di un medico specializzato in chirurgia generale, oncologica e laparoscopica. E il padre era presente all’interno della sala operatoria.